Videogame

Video Games Recap 16/06-21/06 Arlecchino si confessò in francese:  Parte terza

Avete presente Watch Dogs?

Il titolo uscito recentemente per console di nuova e vecchia generazione e per PC?
Non male eh? Anche se su PC ha fatto penare non poco un bel po’ di utenti, che per problemi vari stanno ancora aspettando di giocarlo, il titolo ha fatto la sua porca figura vendendo a dismisura.
Certo che la demo presentata all’E3 2012 mostrava una resa grafica superiore al titolo finito non trovate?
Ha pensato la stessa cosa un modder che si è messo a “sniffare” tra i file di “settings” e il codice della versione PC di Watch Dogs e cosa ha trovato?

ATTENZIONE!
Se volete smettere di leggere adesso fatelo, ve ne prego, perché mi state a cuore e stiamo veramente per scadere nel ridicolo.

Il nostro bel modder ha trovato una serie di effetti grafici DISABILITATI e ripristinandoli si è trovato niente popò di meno che il titolo con la stessa qualità grafica della versione della demo presentata all’E3.
Intendiamoci, stiamo parlando di una resa grafica che SPAZZA letteralmente via quella vista in versione console, ve ne potete fare un idea da questo video-confronto:

Ora, la domanda è, come mai Ubisoft ha volutamente “azzoppato” uno dei suoi titoli di punta del 2014?
Se rimaniamo ai canali ufficiali, la software house ha dichiarato che quei settaggi minavano la stabilita del titolo e attivandoli si rischia di avere un prodotto ingiocabile

peccato che gli utenti che hanno applicato la mod divulgata dal guru 3D di cui scrivevo sopra, non hanno notato alcun cambio di stabilità nella maggior parte dei casi.

Ricordiamoci inoltre che stiamo parlando di un videogame ancora piuttosto “buggato”, in attesa di una patch che risolva i problemi dilaganti che ha nello stato attuale.

Evitando di scomodare i Rettiliani o altre cospirazioni, pare proprio che Ubisoft non abbia voluto affondare il coltello nel tallone delle console di nuova generazione, in virtù di quanto ha investito in quest’ultime, depotenziando il proprio motore grafico in modo da colmare il gap visivo.  

E come dargli torto?

In un tempo in cui “Next Gen” significa incrementare o decrementare un numero accanto al nome della console, in cui il progresso nel videogame viene misurato dalla grafica foto-realistica e non dai contenuti o dall’innovazione delle periferiche (e mamma Nintendo ne sa qualcosa), sarebbe stato troppo sbattere in faccia i limiti Hardware a coloro che hanno speso dalle 400 alle 500 euro per una nuova console.
Meglio mischiare le carte in tavola, appianando la situazione e continuando a far ragionare i vari reparti commerciali che a suon di slogan e cazzate in salsa marketing ci faranno dimenticare di quanto veniamo presi in giro e quanto sbagliamo a non comprare un bel “The Stanley parable”, supportando uno sviluppatore indipentende, buttando soldi a chi munge le solite serie a forza di sequel.

Alla prossima settimana viandanti della rete.
Hop in the ideas machine, folks!

Non ti sarai mica perso qualche parte di questo “Video Games Recap”?
Se la tua risposta è si, sei ancora in tempo, clicca qui!
Parte Prima
Parte Seconda

Post precedente

Videogames Recap 16/06-21/06 Arlecchino si confessò in francese:  Parte seconda

Post successivo

Grand Budapest Hotel - un piccolo magico micromondo

Gabriele Cordelli

Gabriele Cordelli

Nerd, Geek e forse anche un po' Otaku!
Insomma, quando si parla di creatività non mi tiro mai indietro, specialmente se c'è da condividere ;)

Nessun Commento

Facci sapere cosa ne pensi, dai voce alle tue opinioni ;)