Musica

Un’intervista epica ai Wind Rose!

Il panorama musicale italiano mostra un buono stato di salute, nonostante la presenza dei Talent, come dimostrano i risultati raggiunti dal gruppo metal Wind Rose che domani, mercoledì 30 luglio, aprirà il concerto degli Epica a Firenze.

Theideasmachine.it ha l’onore d’intervistare il frontman della band italiana, Francesco Cavalieri, per condividere con voi la passione e la voglia di fare che accompagna questi ragazzi nella loro avventura musicale.

francesco cavalieri

1)   Ciao Francesco, racconta ai nostri lettori dei Wind Rose; quando vi siete formati? Qual è stato il vostro percorso artistico?

Ciao a tutti ragazzi, vi racconterò in breve il nostro progetto fino a oggi. La band Wind Rose come band Prog/Metal è nata moltissimi anni fa, come molti altri gruppi, dalla semplice voglia di suonare dei membri fondatori: Daniele alla batteria, Claudio alla chitarra e Federico alla tastiera.

La band ha avuto molti cambi di assestamento fino a trovare la giusta lineup con me dietro al microfono e Cristiano al basso (Sì, lo confesso, sono uno degli ultimi arrivati T_T).

Questo equilibrio, a lungo cercato e finalmente trovato, ci portò alla decisione di rendere serio il progetto, buttandoci su un genere più sinfonico/melodico e non solo tecnico, come quello del progressive metal. Registrammo un demo promozionale nel 2010 e, successivamente, il nostro primo album full-lenght “Shadows Over Lothadruin” (Bakerteam/Scarlet Records) nel 2012.

Considerando gli anni passati insieme siamo una band giovane rispetto ai big, ma avendo ognuno di noi alle spalle molti progetti sapevamo già come muoverci… ed eccoci qua!

 

2)   Da chi traete ispirazione?

Oltre alle varie contaminazioni musicali che ognuno di noi si porta nel proprio bagaglio di esperienze, come Blind Guardian o Symphony X, passando a più recenti sonorità scandinave, per le nostre tematiche prendiamo sicuramente ispirazioni dal mondo fantasy Tolkeniano, da miti e leggende o da battaglie storicamente accadute…

Insomma, da tutto ciò che ti fa prendere la voglia di sguainare una spada, puntarla al cielo e urlare al nemico che “potranno toglierci la vita, ma non ci toglieranno mai… La Libertà!!!!!!”… uhm…

Ok…

*Respiro profondo*

Mettiamo le spade a posto…

 

3)   Quant’è difficile farsi ascoltare e apprezzare proponendo uno stile di musica così complesso, caratterizzato da melodie ricche di cambi armonici? A quale pubblico è rivolta la vostra musica?

Personalmente credo che questa potrebbe sembrare una domanda molto scontata se fatta al metallaro medio italiano che risponderebbe: “Qui piace solo Sanremo e Amici…” Beh, non è totalmente sbagliato come concetto… l’obiettivo principale è sicuramente fare ciò che ti piace e non è detto che sia semplice farlo apprezzare anche ad altri; tuttavia, noi siamo molto fortunati: un filone metal nord europeo con sonorità differenti dalle nostre, ma con stesse tematiche epiche, sta prendendo piede da qualche anno a questa parte nel mondo e quindi, da buoni mercanti della musica, puntiamo a quelle zone.

Ciò ci permette di fare ciò che ci piace, con il nostro tocco e il nostro stile, senza svenderci a un mercato musicale a cui non siamo per niente interessati…

Sappiamo benissimo, però, che c’è molta scena, anche se non sembra, in Italia e che ci sono moltissimi metalheads pronti a farsi chilometri su chilometri per macinare metallo insieme a una band sconosciuta; a loro va il mio più grande segno di rispetto… Continuate a supportare così ragazzi =)

 

4)   In questi anni vi siete affermati nel mondo della musica partecipando a numerosi tour e festival in tutto il mondo, quale ricordi con più soddisfazione?

Beh sì, devo ammetterlo, ci siamo tolti qualche soddisfazione in Europa e le ricordo davvero tutte con molto piacere *lacrimuccia*…

Ehm, dicevamo… sicuramente stare in compagnia, e fare da opening act a gruppi di professionisti come Wintersun o Fintroll può creare imbarazzo la prima volta che parti per un tour o per un festival importante, ma dopo poco ti accorgi che sono musicisti mossi dalla tua stessa passione e, anche se provengono dai posti più improbabili di questa terra, senti che qualcosa ti accomuna a loro, ed è molto emozionante.

epica

5)   A proposito di soddisfazione, mercoledì sera all’Anfiteatro delle Cascine di Firenze aprirete il concerto al gruppo metal Epica. Sono già previste 1500 persone; anche se non è la prima volta che fate da gruppo spalla a famose band internazionali, come ti senti?

Per questa data a Firenze con gli Epica siamo molto carichi e preparati, abbiamo uno show di 40 minuti circa in cui presenteremo quasi tutti i pezzi del nuovo album ancora top secret… niente scaletta ragazzi, chi viene se le becca tutte in faccia senza preavviso! 😀 ahaha

Per chi già ci segue dai tempi di “Shadows Over Lothadruin” troverà delle sonorità molto più aggressive e veloci, e con una carica di epicità mai vista… non vediamo l’ora di spaccare tutto!

Cercheremo di farvi divertire, di farvi emozionare, di farvi urlare, pogare e scapellare il più possibile, è una promessa.

PS. Lo so che non sono una topona con i capelli rossi, ma facciamo il tifo per il metal nostrano! 😛

 

6)   Vista la quantità di gruppi che giornalmente si formano e si sciolgono senza arrivare a conseguire risultati, quali sono i tuoi consigli per chi vuole realizzare musica di qualità e giungere a obiettivi importanti come i vostri?

L’unico consiglio che posso dare è allo stesso tempo il migliore augurio per un musicista che vuole fare musica inedita: trovate persone che abbiano la stessa carica, voglia e passione che avete voi per la musica… che ci credano seriamente e che siano pronti a buttarsi insieme a voi in questa splendida avventura!

I perdigiorno, i “poi vedremo/faremo”, quelli che non si decidono mai, lasciateli a casa… Prendetevi la vostra fetta di gloria, ora.

 

Ciao bellissimi!

Ci vediamo mercoledì! 😀

 

Salutando Francesco, ringraziandolo per la sua disponibilità, vi lasciamo con la preview del loro precedente album e i contatti ufficiali per essere sempre informati sulle novità dei Wind Rose.

Link/Contatti:

Facebook: www.facebook.com/windroseofficial

YouTube: https://www.youtube.com/WindRoseOfficial

WebSite: http://www.windroseofficial.com/

E-mail: [email protected]

 

Post precedente

Impariamo a conoscerci: 1. Pelle Grassa

Post successivo

La merenda della Rockstar

La Redazione

La Redazione

Un webzine che parla di arte, viaggi, moda e videogames.
Salta anche tu sulla macchina delle idee!

Nessun Commento

Facci sapere cosa ne pensi, dai voce alle tue opinioni ;)