La macchina dei pensieri

L’altra metà del cielo anime

Questo post è dedicato alle eroine femminili che popolano gli anime e i manga, prodotti culturali giapponesi dalla -ahimè!- discussa fortuna. Sebbene la grafica e i disegni possano talvolta contribuire -apparentemente- ad aumentare i pregiudizi sulle donne, dietro taglie di reggiseno improbabili e fisici perfetti si celano donne con la D maiuscola: forti e risolute anche se talvolta esternamente fragili, combattive, leali, disposte a sacrificare tutto per i loro sentimenti e princìpi (e non prìncipi)… In un mondo come il nostro, in cui ancora oggi le donne vengono considerate signorinelle buone solo a comprare riviste di moda e darsi lo smalto (un po’ alla Nana Komatsu, per restare in tema anime), una voce di dignità giunge da un mondo dai più sottovalutato. Sebbene esistano le eccezioni e sia ingiusto generalizzare, paragonando i due prodotti culturali, ritengo alcuni anime più educativi di molte americanate Disney (se proprio si vuole ricercare una mission pedagogica anche nella cacca rosa di Arale) con cui fin da bambine ci fanno crescere con il mito che una vita felice e appagante sia quella spesa dietro a un bellimbusto pieno di quattrini (eppure, devo dire, ultimamente anche le americanate stanno facendo progressi con alcuni film di animazione leggermente più politically correct). E allora, io dico: più anime, meno pregiudizi e più Donne.

 

La carrellata di personaggi che segue non è in ordine d’importanza.

ATTENZIONE! Potrebbe contenere spoiler!

 

izumiIzumi Curtis – Fullmetal alchemist brotherhood

Da sempre mi sono presentata agli altri per ciò che sono: una casalinga. Ma oggi, oggi io sono un’alchimista!

Se siete tra coloro che considerano le casalinghe come delle inutili scansafatiche, dovrete subito ricredervi. Se vi si presenta davanti una signora in ciabatte, leggins e casacca con dei simpatici rasta in testa, non sottovalutatela: potrebbe essere l’ultima cosa che fate. Izumi è una casalinga che aiuta il marito nella sua macelleria, e oltre ad essere una grande alchimista è una persona veramente forte: i suoi desideri di donna l’hanno spinta troppo lontano, fino a pagare sulla propria pelle (e non in senso figurato) le conseguenze della sua azione. Il “marchio” che Izumi porta con sé non la rende però più debole, bensì le dà la forza di andare avanti ogni giorno. È un personaggio all’apparenza schivo e burbero, che però ha compreso le profonde (e talvolta crudeli) leggi alla base della vita dell’universo. In Fullmetal Alchemist, infatti, nonostante dimostri tutto il contrario, si affeziona a Edward e Alfonse, che fin da piccoli portano dentro di sé un dolore simile al suo.

Nonostante tutta l’alchimia che è in grado di controllare, l’arma più letale di Izumi restano le sue ciabattine da bagno con su scritto “wc”, solitamente il colpo è impartito insieme al motto “Sono una semplice casalinga!”

 

olivierOlivier Milla Armstrong – Fullmetal alchemist brotherhood

Le raccomandazioni non significano nulla per me! Non mi interessano le valutazioni fatte da altri!
Le persone le giudico da sola con questi miei occhi!! 

Chi ha detto che le donne non possono svolgere lavori tipicamente maschili (e anche meglio degli uomini)? Anche in questo caso sarete costretti a rimangiarvi le parole, o potreste essere rinchiusi in una cella sotto la fortezza di Briggs o inseguiti da un carro armato guidato da un donnone biondo. Olivier Milla Armstrong è un’ufficiale dell’esercito a capo di una regione che non ha niente da invidiare alla Barriera di Game of thrones: con i suoi uomini difende infatti il confine tra Amestris e Dracma, situato su un’aspra montagna su cui regna un inverno perenne. Il suo senso dell’onore, della giustizia e il suo coraggio, la rendono una donna “di ghiaccio”, ma non per questo insensibile: dentro di sé ha una grande umanità, che non ha paura di mostrare. Inoltre, la sua femminilità prorompente e il suo temperamento la rendono una vera donna “con le contropalle”.

 

misakaMikasa Ackerman – Attack on titan

 

In quel momento ricordai di aver visto questa scena più e più volte… è sempre stata davanti a me… ma facevo finta di non vederla… esatto… questo mondo… è pieno di crudeltà… quando realizzai tutto questo il mio corpo smise di tremare… e da quel momento ho sempre avuto il pieno controllo di me stessa… e capii di poter fare qualsiasi cosa… combattere! Combattere! Combattere!!

I grandi dolori ci formano: Mikasa è la prova che questo detto tremendamente sdolcinato è vero. Da bambina ha vissuto un’esperienza al limite della follia, ma anziché impazzire, ha fatto della sua sofferenza la sua forza e il suo motivo per sopravvivere. Anche quando la realtà è tragica (e credetemi, se dei giganti vogliono mangiarvi lo è), Mikasa non perde la sua tenacia. Il suo coraggio è proporzionale alla sua abilità, ed è sempre pronta a dare il meglio di sé in qualunque cosa faccia. È una compagna leale, una donna forte che lotta per la vita, ma che è pronta a rischiare in prima persona per proteggere ciò che ama.

 

rizaRiza Hawkeye – Fullmetal Alchemist brotherhood

 

Chiedo scusa per l’improvvisa intrusione maggiore, volevo darle un’importante informazione maggiore: i bambini non nascono al quinto mese di gravidanza, chiaro?!

 

Un’altra donna che fa un mestiere da uomo, un’altra Donna coraggiosa, reale, e soprattutto profondamente acuta.

A volte ciò che è legge non è giustizia, e a volte ciò è tuo ti viene portato via… Allora, Riza, che porta sulla pelle il marchio di qualcosa di bello ma potenzialmente letale se in mani sbagliate, dovrebbe essere il modello delle bambine di oggi. Vedere per credere…

 

biscuitBiscuit – Hunter X Hunter

 

Beh, per prima cosa uno non rivela mai i suoi segreti ai nemici. E poi, io odio il mio aspetto: non si è mai vista una donnona così!

 

“Diffidate delle ragazzine carine e vestite di rosa”, l’ho sempre pensato ma dopo aver visto Biscuit in HunterXHunter so di aver sempre avuto ragione. Questa donna è la prova che, se oggi coltivate un seme e lo curate con amore, domani avrete uno splendido fiore. Biscuit è una grandissima combattente, dotata di grande forza, coraggio e lealtà. Dietro la sua immagine dolce e sbarazzina… nasconde una donna adulta e gigantesca! Conosce il significato dei fallimenti e della fatica, ma non si arrende di fronte alle difficoltà e continua a provare fin quando non raggiunge il suo obiettivo. Le sue doti di combattente sono altrettanto forti di quelle d’insegnante: prende a cuore Gon e Killua in HunterXHunter, insegnando loro il valore dell’errore e l’importanza di credere nelle proprie capacità fisiche e intellettive.

Un’unica pecca: i sandali con i calzini non si possono vedere…

 

anime2Asuna Yuuki – Sword art online

 

Hai voglia di farmi arrabbiare? Questo posto sarà anche fittizio, ma… i miei sentimenti sono reali. Se c’è una cosa che ho imparato a fare qui è a non arrendermi mai, a mettercela tutta fino alla fine, perciò… se dovessimo tornare nel nostro mondo, riuscirò a ritrovarti, e sono certa che m’innamorerò di te… ancora una volta.

Se rimaneste intrappolati in una spietata realtà virtuale mentre il vostro corpo è altrove, attaccato ad una consolle nel mondo reale, cosa fareste? Se foste Asuna Yuuki, lottereste senza sosta per terminare il VirtualGame e salvare gli altri PG. E non lo fareste con la paura di far svolazzare il vostro tutù, ma con tutta la tenacia e la grazia di una spadaccina che lascerebbe Dartagnan a bocca aperta. Sareste una ragazza determinata, coraggiosa e innamorata. Ma l’amore nel mondo virtuale è reale o è solo un impulso che corre in un circuito? Senza ombra di dubbio conoscereste la risposta: anche quando la realtà è fittizia, le passioni, i sentimenti, i valori sono reali. E allora lottereste, lottereste, lottereste…

 

anime-1Saber – Fate stay night e Fate zero

 

Come tua spada ho sconfitto tutti i tuoi nemici. Sono lieta di aver portato a termine questo compito. Ho bisogno di dirti una cosa prima di andare: Shirō, io ti amo.

 

Concludiamo la nostra carrellata con un’eroina che può veramente essere definita tale. Vi ricordate la storia di un certo Artù che un giorno, così su due piedi, riuscì a estrarre una magica spada da una roccia? Ma certo, direte voi. Beh, in una moderna guerra per il Santo Graal, richiamando in nostro aiuto dal passato gli spiriti eroici, sicuramente avere Excalibur dalla nostra parte sarebbe conveniente… se poi con la spada arriva una donna bella, dinamica, spadaccina abilissima, ancora meglio, no? Stupiti? Forse vi era sfuggito che, in realtà, Artù era Arturia Pendragon… La storia è sfortunatamente poco popolata da donne alla guida degli stati, quindi ci fa piacere immergerci per un po’ in un mondo parallelo in cui le damigelle governano i regni e le ragazze fanno la prima mossa. Ancora un personaggio che affianca a una forte sensibilità, un grande temperamento; ancora un personaggio che vuole riscattare con tutte le sue forze un passato doloroso causato dai propri desideri.

 

Post precedente

Cortina di ferro? No, pista ciclabile!

Post successivo

Reinventarsi dimenticando il passato

Aligiu Giafogli

Aligiu Giafogli

Hi konbanwa! Sono nata a Empoli nel 1992, da sempre ho un'immensa passione per la scrittura, la letteratura e l'arte (e anche per i maglioni invernali e i gatti neri e obesi, ma questa è un'altra storia). Sono una persona caotica, romantica, talvolta incoerente, e i miei molteplici interessi (lo vedrete, anzi: lo leggerete!) rispecchiano la mia personalità. Da gennaio 2015 mi sono trasferita dalla piccola e tranquilla Limite sull'Arno all'Abruzzo, dove a breve inizierò a frequentare la magistrale di Filologia moderna. Che altro dire di me? Ho una perenne e infinita wish list di esperienze da fare, libri da leggere, posti da visitare. Adoro tutto ciò che è bordeaux, le penne bic nere e gli anime, e il mio sogno nel cassetto è vedere l'aurora boreale mangiando una tazza di latte e cereali. Se m’incontrate per strada offritemi un ginseng... ma non portatemi mai a una bancarella di libri usati: potrebbe essere l'ultima cosa che fate.
Sayonara!

1 Commento

  1. 20 Maggio 2015 at 13:37 — Rispondi

    Pienamente d’accordo! Se evitiamo di pensare ai vari fan service di un po’ tutti gli anime / manga, allora sì, questo genere di arte sforna senza dubbio dei modelli da seguire!

Facci sapere cosa ne pensi, dai voce alle tue opinioni ;)