ArteLetteratura

Il profumo del pane alla lavanda

Dal 2011, dopo “Il profumo delle foglie di limone” di Clara Sanchez, spezie e aromi sono letteralmente diventati protagonisti assoluti di inchiostro e pagine. “Il profumo del pane alla lavanda” di Sarah Addison Allen è un libro delicato, romantico, dove il giardino e la cucina della protagonista Claire diventano il sogno che non ti aspetti. Ogni pianta, ogni fiore, ogni frutto hanno un potere magico (la rosa incoraggia l’amore, la viole del pensiero induce a fare complimenti e regali, i nasturzi inducono a mantenere i segreti, le bocche di leone spengono la passione, ecc), capaci di cambiare storie e destini. La vita chiusa e introversa di Claire viene sconvolta dall’arrivo della sorella Sindey e dei suoi problemi.

Assaporare la storia, scritta in modo semplice e scorrevole, è un po’ come gustare i piatti descritti o inebriarsi del profumo magico che l’orto emana e che, paradossalmente, riesci a percepire anche a sedere sulla poltrona in sala.

Un libro che mi ha letteralmente avvolto nei suoi odori, nei suoi sapori e in una storia lineare ma coinvolgente: Bascom è la piccola città che accoglie la famiglia Waverley che mi ha ricordato i paesini dimenticati delle terre interne della Toscana, dove la stranezza e la diversità vengono considerati emblemi di bizzarria… Nel senso negativo del termine, con ipocrisie e malelingue! Le vicende di una famiglia comune sono costellate da elementi magici, fuori dall’ordinario e ho amato questo tipo di espediente, che unisce delicatezza e amore a una storia intensa e toccante. Ho amato anche il personaggio di Claire, la sua riservatezza e indipendenza la rendono forte e sensibile al tempo stesso; il suo “strano” dono la rende speciale. E come dimenticarsi Evanelle, la settantanovenne Waverly che ha una dote, portare doni che prima o poi avranno uno scopo, inizialmente sconosciuto.

Un caleidoscopio di personaggi fantastici, magici, irreali nella quotidiana realtà, legati indissolubilmente.

“Questo primo romanzo era iniziato come una semplice storia di due sorelle che si ritrovano, ma poi il melo ha iniziato a lanciare mele in giardino e da lì è nata tutta un’altra storia!” Sarah Addison Allen.

Il libro vale una lettura anche solo per le ultime pagine, dove sono spiegati i significati e i poteri delle erbe e dei fiori del giardino di Claire: “Caprifoglio: per vedere al buio, ma solo se si usa caprifoglio proveniente da un sottobosco di rampicanti spesso almeno settanta centimetri. Fiore che chiarisce.”

 

[Cover: la ragazza rannicchiata sul terreno è, a mio avviso, fantastica. E mi piace molto il colore scelto per le farfalle in alto e in basso, ma non avrei scelto proprio la farfalla; mi ricorda troppo un libro adolescenziale, ma di adolescente ha veramente poco!]

 

Bene, ora tocca a voi! Conoscete questo libro? Sono curiosa di sapere cosa ne pensate! 🙂

 


Marmellata di pesche gialle e lavanda. Lady Cake and Friends ci presenta una ricetta facile e veloce per una marmellata gustosa, perfetta per la colazione, ma anche per una sana merenda! 🙂 Garantito! Se vuoi scoprire altre ricette sfiziose e stravaganti cliccate su www.lady-cake.it

 

Post precedente

Cinque e mezzo segreti beauty

Post successivo

Carnevale di Notting Hill

Giulia Farsetti

Giulia Farsetti

Nata nel 1989, sono laureata in Cinema Musica e Teatro e attualmente mi divido fra le mie varie passioni: l’arte, il cinema, l’attualità e la scrittura. Ecco quindi la nascita di questo blog, che altro non è che un sublime connubio dei miei interessi.
Avrei gradito la presenza di un centinaio di cloni per diventare surfista, astronauta, venditrice di zucchero filato, lettrice professionista… La verità è che loro esistono, ma non siamo venuti ancora in contatto. Sto attendendo.

Nessun Commento

Facci sapere cosa ne pensi, dai voce alle tue opinioni ;)