Il Glossario del videogiocatore e dell'internautaVideogame

Coloro che creano

Salve viandanti della rete.

A volte può essere difficile orientarsi tra i vari articoli della stampa videoludica. Gli specialisti del settore, infatti, utilizzano termini specifici dal significato oscuro per tanti altri lettori.

Mi sono accorto che anche io, pur essendo un dilettante, mi ritrovo a riempire i miei articoli con parole dal significato implicito ed eccessivamente tecnico.
Cosa fare?
Continuare a scrivere articoli che per qualcuno possono risultare macchinosi e contorti o fare un passo indietro e ricominciare dalle basi?
Direi la seconda.
Questa settimana vorrei fare un po’ di chiarezza su alcune definizioni entrate prepotentemente nel vocabolario del web.

Eccomi, quindi, a inaugurare questo spazio in cui vi guiderò tra i meandri del vocabolario videoludico e del web.

Ci tengo anche a specificare che a breve sarà disponibile una nuova pagina in costante evoluzione e sempre aggiornata: il “Glossario”.

 

Cominciamo?

Scaldiamoci con qualche termine di base e andiamo a fare la conoscenza con tre tra le più importanti figure che si celano dietro lo sviluppo di quei titoli che costellano la nostra passione comune e che riempiono gli scaffali delle nostre librerie.

Vi presento “coloro che creano”.

Software House:

Con questo termine viene chiamato lo studio di programmazione responsabile della creazione di un programma o un videogioco.
Per intenderci meglio, pensatele come scuderie di Formula 1.

Per esempio:

Call of Duty ha tre diversi studi di programmazione che si alternano annualmente realizzando un nuovo capitolo della saga e sono rispettivamente Infinity Ward, SledgeHammer games e Treyarch.

infinityward20120724194757!Treyarch_logo
gallery_2128_16_9541


Video Game Producer:

Il “Produttore” è quella figura che si occupa di reperire e coadiuvare le risorse per la realizzazione di un titolo videoludico.
Funge da collegamento tra il team creativo e quello di programmazione.
E’ sua responsabilità anche il controllo dell’andamento dei lavori, elemento che fa di questa qualifica una posizione di notevole responsabilità.

Per esempio:
Jade Raymond è stata la produttrice del primo capitolo di Assassin’s Creed, ruolo poi ricoperto da Patrice Desilet nel secondo capitolo della saga.

00027494 314392.ubisoft.mlizy_jpg_1400x0_q85


Creative Director:

Il direttore creativo è una delle figure più importanti.
Si occupa della gestione e del lavoro del team creativo.
Suo l’onere di infondere una trama di spessore al titolo in lavorazione.
Caratterizzando il mondo di gioco creando una storia che lo renda “vivo”, il Creative Director detta di fatto la direzione artistica da cui nascerà lo stile grafico e la componente audio del videogame in sviluppo.

Per esempio:

Ken Levine ha ricoperto il ruolo di Creative Director di Bioshock, Bishock: Infinite e System Shock.

ken-levine-logans-run

 

Com’è andata?
Non mi direte che siete già spaesati…
Pian piano vedremo di colmare qualsiasi lacuna, facendo venir fuori il “nerd” che è in tutti voi!

Alla prossima settimana.
Hop in the ideas machine, folks! 

Post precedente

Scompare On Kawara, l'artista concettuale ossessionato dal tempo

Post successivo

Sinfonie Alternative

Gabriele Cordelli

Gabriele Cordelli

Nerd, Geek e forse anche un po' Otaku!
Insomma, quando si parla di creatività non mi tiro mai indietro, specialmente se c'è da condividere ;)

Nessun Commento

Facci sapere cosa ne pensi, dai voce alle tue opinioni ;)