Back to the PastLife in the 90s

Gli anni ’90 – Musica

Abbiamo parlato della moda e delle acconciature must degli anni ’90 … adesso è arrivato il momento di passare ad un’altra importante sezione che ha lasciato un segno indelebile dentro di noi: la musica!

Gli anni ‘90 portano con sé forse le ultime vere innovazioni nel campo musicale, sia per quanto riguarda la dance e la musica da discoteca, sia per quanto riguarda il fenomeno boy band e girl band, fino a questo momento ignoto al mondo; e se per qualcuno sono stati la rovina della musica futura con la creazione di gruppetti meteora, è innegabile che i gruppi nati negli anni ’90 hanno segnato un’epoca.

 

MUSICA – Questo decennio è stato l’apice della nascita delle boy band come Take That, Backstreet Boys, N’sync, delle icone pop (sulla scia di Madonna) come Britney Spears, Christina Aguilera, e delle Spice Girls. Ma ci sono delle canzoni, dei gruppi e dei cantanti che negli anni ’90 hanno fatto storia e sono rimaste nella storia musicale: Torn di Natalie Imbruglia, Livin’ La Vida Loca di Ricky Martin, Nobody’s wife di Anouk, gli Aqua, gli 883, i Nirvana, gli Oasis, i Cranberries, Eminem.

 

MUST: Bitter Sweet Symphony dei The Verve. Quel motivetto a distanza di anni, è rimasto indelebile nelle nostri menti… e cosa dire di quell’intramontabile videoclip, dove il cantante cammina e travolge chiunque e qualunque cosa si trovi sulla sua strada.

 

[Lasciatemi due righe per condividere con voi una delle mie più grandi passioni: le Spice Girls. Mia mamma mi regalò il cd “Spice Girls” dopo aver visto il grande successo riscosso nel nostro negozio di cd di fiducia. Inserisco il cd e parte Wannabe. Orribile. Poi, nei giorni, riascoltandole m’innamorai e non so quante ore ho passato davanti allo specchio in una mia personale tournée mondiale. Avevo tutto: zaino, libri, anelli e anche un set per i party formato da tovaglia, piatti, bicchieri e tovaglioli. Un periodo che non dimenticherò mai!]

 

 

Oltre al grunge, al rap e soprattutto al pop, gli anni ’90 sono stati la culla della musica elettronica, dominando le dancefloor nazionali e internazionali con quell’indimenticabile mood e quell’infinita giovinezza che non sembrava poter giungere a una fine.

Ecco la mia personale top 10 delle musiche da discoteca che tutt’ora mi fanno saltare sul letto a non finire (considerando che, vista l’età, saltavo in camera anche negli anni ’90):

  • Eiffel 65 – Blue – quante volte avremo ascoltato questa canzone? Un miliardo forse è poco! Una canzone fantastica che trova, nei suoi omini blu intergalattici un ottimo supporto nel videoclip (a oggi, surreale ma al tempo stesso meraviglioso!)
  • Corona – The rhythm of the night – uno dei tormentoni internazionali made in Italy più ascoltato nel 1994 grazie a un ritornello che ti si pianta in testa e non se ne va più
  • Robert Miles – Children – da una melodia per il pianoforte e una hit dance. Una delle canzone più amate nell’estate italiana del 1996.
  • Snap! – Rhythm is a dancer – la dance parla italiano anche nel 1992, con il duo italo-tedesco che ha fatto ballare milioni di persone
  • Gigi D’Agostino – L’amour toujours – il re incontrastato della dance anni ’90 italiana è lui, con il suo stile “lento violento”
  • Scatman John – Scatman – cosa ci fa un pianista jazzista nella classifica dance? Con la sua Scatman non solo lancia un messaggio positivo partendo dalla sua storia personale (travagliata) ma diventa anche una delle maggiori hit della musica dance degli anni ’90
  • Ice MC – Think about the way – il rapper e DJ Ice MC ha un enorme successo e compare pure nella colonna sonora del film cult Trainspotting.
  • Daft Punk – Around the world – ho una visione nitida di me davanti al televisore a fissare quelle figure mostruose e bizzarre che salgono e scendono le scale in modo ipnotico. Grande canzone, grande gruppo.
  • Mo-Do – Eins Zwei Polizei – ammetto che questa canzone l’ho ascoltata “da grande”, negli anni 2000, ma nella mia ricerca di musica dance rimane una hit indimenticabile dal sapore techno. Curiosità: il testo è ripreso da una filastrocca per bambini
  • Alice DeeJay – Better off alone – un brano eurotrance che non passa mai di moda!

 

 

A voi quale canzone ricorda maggiormente gli anni ’90?

 

Post precedente

L'Inferno di Dan Brown a Firenze

Post successivo

Cortina di ferro? No, pista ciclabile!

Giulia Farsetti

Giulia Farsetti

Nata nel 1989, sono laureata in Cinema Musica e Teatro e attualmente mi divido fra le mie varie passioni: l’arte, il cinema, l’attualità e la scrittura. Ecco quindi la nascita di questo blog, che altro non è che un sublime connubio dei miei interessi.
Avrei gradito la presenza di un centinaio di cloni per diventare surfista, astronauta, venditrice di zucchero filato, lettrice professionista… La verità è che loro esistono, ma non siamo venuti ancora in contatto. Sto attendendo.

Nessun Commento

Facci sapere cosa ne pensi, dai voce alle tue opinioni ;)