Videogame

From Software: il Giappone che continua a produrre capolavori

Buona Pasquetta a tutti!
Come state passando questo lunedi di festa?
Siete in giro tra città d’arte e musei, oppure vi state godendo una bella gita in campagna?
Non mi direte che state facendo una passeggiata per digerire l’agnello eh… altrimenti gli animalisti si arrabbiano! 😉

Dark-Souls-3-knight-1024Basta domande!
Ero qui che pensavo, manca meno di un mese all’uscita di Dark Souls 3.
Ad alcuni di voi potrebbe non dire niente ma chi sa di cosa sto parlando starà fremendo dall’attesa come me.
E’ quindi il tempo di guardare al passato di From Software per ricordarci cos’ha fatto questo studio di sviluppo giapponese e cosa dobbiamo aspettarci.

 


From Software viene fondata nel 1986 a Tokyo, in Giappone.
Per i primi anni produce software gestionale da ufficio fino al ‘94 quando rilascia il suo primo videogioco per Playstation, King’s Field.Kings_field1
King’s Field è un gioco di ruolo in prima persona a tema medievale in cui il giocatore impersona un avventuriero che deve muovere i suoi passi in un mondo estremamente misterioso e ostile, pervaso da un’atmosfera angosciante.

Non vi ricorda qualcosa?
Se non avete mai sentito parlare di questo titolo non fatevene un problema, è uscito solo in Giappone.
Già dagli inizi, il talento e la creatività di From Software si facevano sentire.
A differenza dell’uso comune di usare un universo narrativo già esistente, come quello di D&D e affini, From Software decise di creare qualcosa di originale e al tempo stesso completamente agli antipodi del fantasy classico.
Un mondo in cui le forze del male regnavano sovrane e l’uomo veniva classificato come semplice “giocattolo” in mano a queste entità.

Nel 1997, From Software sviluppa una delle saghe più riuscite, sia dal punto di vista stilistico che tecnologico, della prima generazione Playstation: Armored Core.Armored-Core-1
Abbandonati i temi medievali, il giocatore si trova catapultato in un universo futuristico nei panni di un pilota di Mecha.

Dalle atmosfere cupe e angoscianti dei vari King’s Field si passa a scontri a fuoco pirotecnici in cui robottoni alti decine di metri si danno battaglia.
Una gioia per gli occhi per chi ha seguito anime come Gundam.
Oltre al lato visivo estremamente curato, c’è da menzionare l’enorme lavoro volto a spremere fino all’ultima goccia la potenza di Playstation.
Le missioni affrontate dal giocatore erano ambientate in macro aree dall’estensione spaventosamente grande per un gioco dell’epoca, che variavano dalla tundra artica agli arcipelaghi caraibici.
Prima di affrontare qualsiasi battaglia, il nostro Mecha poteva essere personalizzato fin nei minimi dettagli e non sto parlando della vernice. Braccia, torsi, chassis, telai e armamenti potevano essere selezionati da un’ampia varietà di personalizzazioni, tutte con particolarità diverse.
Ecco che la personalizzazione, da pura componente estetica, si trasformava nel tatticismo estremo.
Se in Rainbow Six gran parte del gioco era rappresentata dalla pianificazione dell’azione sulla mappa tattica, in Armored Core questa parte era attribuita alla personalizzazione del Mecha.
Le combinazioni di elementi a disposizione del giocatore erano in grado di generare potenti Mecha stabilizzati votati all’artiglieria a lungo raggio (praticamente dei Metal Gear) o veloci robot incursori in grado di svolgere azioni di guerriglia mordi e fuggi sfruttando agilità e propulsori (dei Tachikoma alla Ghost in the Shell per intendersi).
Tutto questo nel 1997.
Non male eh?

Nel 2009, From Software tornò a rivoluzionare il mondo del gaming con un’altra esclusiva Playstation, una pietra miliare capace di cambiare il volto di un intero genere.
Ma questa… è un’altra storia che potrete scoprire cliccando qui: Il 2009 di From Software: Demon’s Souls 😉

 

 

Post precedente

The Lesson - una scuola di vita che fa riflettere sul giusto e l'ingiusto

Post successivo

Il 2009 di From Software: Demon's Souls

Gabriele Cordelli

Gabriele Cordelli

Nerd, Geek e forse anche un po' Otaku!
Insomma, quando si parla di creatività non mi tiro mai indietro, specialmente se c'è da condividere ;)

Nessun Commento

Facci sapere cosa ne pensi, dai voce alle tue opinioni ;)