CineFactsCinema

Benvenuti nella testa di Nolan

Benvenuti nella testa di Christopher Nolan. In un esclusivo featurette di Interstellar chiamato “Across All Dimension and Time” vediamo un estratto del dietro le quinte del film capolavoro del maestro. Questo estratto ci porta nel retroscena di una delle scene più emblematiche del film, il momento in cui Cooper finisce nel Tesseratto.

Se volete vedere la mia recensione potete trovarla qua: www.youtube.com/embed/U_k7TWx2C1I 

E qui la mia risposta alle critiche: www.youtube.com/embed/NNQtAzv4oJo

 

Bando alle ciance e facciamo una veloce spiegazione. Il tesseratto è una regione di spazio classicamente denominata Iper-cubo, dove Cooper, il nostro protagonista, si ritrova cadendo dentro al buco nero Gargantua per scoprire se le sue caratteristiche di singolarità gentile gli avrebbe permesso di attraversare l’orizzonte degli eventi e usare la gravità per controllare le dimensioni e tornare indietro nel tempo. Praticamente, arrivato nel tesseratto, si ritrova in una regione di spazio pentadimensionale, esplicata in una sequenza di “gate” quadridimensionali, che racchiudono regioni di spazio a tre dimensioni, con un confine di comunicazione veicolato dalla gravità a due dimensioni. Lo so, è complicato, però non è questo di cui volevo parlare.

Nel video sottostante vediamo il making of del tessaratto e c’è da meravigliarsi di quanto di quello che si vede sia effettivamente stato costruito, in termini stretti. Chiunque sia un minimo fan del maestro Nolan, conosce la sua propensione a utilizzare pochissimo la CGI e anche in Interstellar la sua meravigliosa firma non si smentisce. Il regista, con la collaborazione dello scenografo e del direttore della fotografia, ha, infatti, ottenuto un mucchio di inquadrature attraverso appositi set e un elaboratissimo sistema di proiezioni. Veramente meraviglioso! 

 

Per chi non lo sapesse, il film è stato scritto da Jonathan e Christopher Nolan e comprende nel cast Matthew McConaughey, Anne Hathaway, Jessica Chastain, Bill Irwin, John Lithgow, Casey Affleck, David Gyasi, Mackenzie Foy, Timothée Chalamet, Topher Grace, David Oyelowo, Ellen Burstyn, Michael Caine. Dietro agli spiegoni scientifici c’è il fisico teorico Kip Thorne, che è produttore esecutivo assieme a Jake Myers e Jordan Goldberg. Non credo ci sia bisogno di dirvi la trama, ma in qual caso troverete tutto nella mia recensione!

 

Post precedente

Il castello errante di Howl parte I: la recensione

Post successivo

Il castello errante di Howl parte II: tra bildungrsoman, steampunk e Lord Byron

Simone Pelagotti

Simone Pelagotti

Mi chiamo Simone, conosciuto su Youtube come Seratul. Cinefilo incallito, appassionato di ogni genere che sia ben scritto, strutturato e diretto, ma non disdegno anche qualche tocco di trash ogni tanto, a patto che sia volutamente trash.
Regista amatoriale, scrittore nel tempo libero, e youtuber perché mi diverto!

Nessun Commento

Facci sapere cosa ne pensi, dai voce alle tue opinioni ;)