CinemaLa macchina dei pensieri

5 motivi per andare a vedere Mortdecai

Manca un giorno all’uscita del film Mortdecai di David Koepp e sono sicura che vi starete chiedendo se fare un salto al cinema questo fine settimana… Noi vi diamo 5 motivi per cui non dovete perdervelo!

 

  1. Johnny Depp e David Koepp. Vi dice niente Secret Window? L’attore protagonista del film e lo sceneggiatore/regista hanno già collaborato adattando per il grande schermo il libro La finestra segreta di Stephen King e chi ha visto il film non potrà che condividere con me la maestria di quest’accoppiata. Considerando che Mortdecai è tratto dalla trilogia letteraria di Kyril Bonfiglioli, non c’è da rimanerne delusi.

 

  1. Ingrediente speciale: spensieratezza. Mortdecai è un film che sa prendersi poco sul serio, senza scadere nel ridicolo. Era dai tempi di una delle opere maestre di Steven Spilberg Indiana Jones – L’ultima crociata che tesori nazisti, servizi segreti deviati e intrighi fantapolitici non riuscivano a unirsi insieme a una ricca dose di ironia, creando quel mix vincente che tiene col fiato sospeso ma che al tempo stesso è capace di strappare un sorriso.

 

  1. Bentornata adorabile canaglia. Mortdecai è un mercante d’arte sempre sul lastrico e per rimpinguare alle sue finanze, poco importa che i dipinti che commercia siano autentici o di sua proprietà. Venire a conoscenza di un inestimabile dipinto di Goya significa solo una cosa: ottenerlo, indipendentemente da eventi e incontri vari, e ricavarne il più possibile. Una figura del genere tende a essere simpatica… un esempio? Jack Sparrow e guarda caso è stato interpretato dallo stesso Johnny Depp.

 

  1. Quando si dice: cucito addosso! Mortdecai segna la prima collaborazione tra Myers e Depp: gli abiti indossati e l’atteggiamento peculiare, fanno del protagonista un vero e proprio dandy, eccentrico e classico… un vero e proprio catalogo ambulante! Un’occasione imperdibile per respirare il fascino di una moda chic ed elegante, ormai persa nei meandri del tempo.

 

  1. Cast & Troupe stellari. Dagli attori ai costumisti, dagli sceneggiatori a musicisti, tutti in questo film vantano premi e riconoscimenti importanti. Un ottimo punto di partenza per un bel film, non trovate?

 

 

Post precedente

Guida linguistica per i toscani in Abruzzo. Primo step

Post successivo

Notte Degli Oscar 2015!

Giulia Farsetti

Giulia Farsetti

Nata nel 1989, sono laureata in Cinema Musica e Teatro e attualmente mi divido fra le mie varie passioni: l’arte, il cinema, l’attualità e la scrittura. Ecco quindi la nascita di questo blog, che altro non è che un sublime connubio dei miei interessi.
Avrei gradito la presenza di un centinaio di cloni per diventare surfista, astronauta, venditrice di zucchero filato, lettrice professionista… La verità è che loro esistono, ma non siamo venuti ancora in contatto. Sto attendendo.

Nessun Commento

Facci sapere cosa ne pensi, dai voce alle tue opinioni ;)